uomo e donna con problemi a letto
Sessualità

Come combattere il calo del desiderio maschile

Ci sono moltissime cause che si possono imputare e che riguardano la mancanza di desiderio, in particolar modo nell’uomo. Indipendentemente dall’età ci può essere un calo del desiderio maschile e questo può essere dovuto a cause naturali, ma anche a cause indotte da fattori esterni. Possiamo dire che ci possono essere effetti dovuti allo stress oppure da un eccesso dell’uso della pornografia, specie nei giovani.

Sintomi del calo del desiderio sessuale nell’uomo

È abbastanza semplice capire quali possono essere i sintomi legati a una mancanza di libido nell’uomo. Infatti in questo caso gli uomini hanno meno desideri e fantasie legate al sesso e alla sessualità in genere.

Persino la stimolazione di carattere erotico, come sfioramenti, carezze, o parole sembrano non suscitare nessun interesse sessuale e di eccitazione nell’uomo. Ovviamente questa mancanza di libido crea un senso di frustrazione non solo nel maschio, ma anche nel partner femminile.

Il punto è che da un punto di vista fisico le funzioni sessuali dell’uomo con mancanza di desiderio sessuale sono comunque molto attive e potrebbe benissimo continuare le proprie prestazioni. Da un punto di vista clinico invece ci potrebbe essere un livello piuttosto ridotto di testosterone e questo si può misurare grazie alle analisi del sangue.

Possibili cause del calo della libido

Ma quali sono le cause probabili di un calo di desiderio sessuale maschile? Come abbiamo avuto modo di citare precedentemente ci possono essere diverse cause che si possono ricercare. Queste si possono ricercare nella depressione, oppure in alcuni casi possono derivare da elementi che hanno a che fare con la propria infanzia o con particolari esperienze traumatiche.

uomo e donna con problemi a letto

In questo caso occorre rivolgersi a uno specialista al fine di poter affrontare le varie cause che portano a questo calo di desiderio sessuale. Certo, non è affatto positivo anche da un punto di vista psicologico dover affrontare questo calo di libido, soprattutto se si tratta di un giovane uomo.

Da un punto di vista psicologico gioca molta importanza anche il fattore dell’ansia1, potrebbe esserci dei problemi all’interno della relazione che giocano molto su questo aspetto. Infatti il calo della libido potrebbe essere un sintomo di una situazione psicologica instabile sotto il profilo della relazione.

Sotto il punto di vista prettamente fisico, come abbiamo avuto modo di dire in precedenza, la mancanza di desiderio può essere dovuto anche a un calo di testosterone e quindi  in questo caso si andrà a lavorare sull’integrazione del testosterone.

Trattamento della riduzione del desiderio sessuale maschile

Per quanto riguarda il trattamento che concerne il calo del desiderio sessuale, in primis, se il fattore è prettamente psicologico possiamo ricorre alla figura dello psicologo, soprattutto se ci troviamo in un momento in cui siamo stressati.

Le terapie psicologiche che possono essere usate sono quelle legate anche a un fattore di carattere comportamentale, che possono sicuramente essere di aiuto agli uomini che hanno mancanza di libido. Inoltre la psicoterapia può essere di aiuto qualora ci fossero dei problemi a livello di coppia.

Un altro elemento, già citato più volte, è quello dovuto ai bassi livelli di testosterone2, infatti nel momento in cui c’è un calo di testosterone, possiamo fare in modo che questo possa essere integrato nuovamente. E in questo caso possiamo ricorrere a integratori naturali che combattono il calo della libido maschile.

Troviamo integratori naturali sotto forma di gel, di cerotti o di capsule, che si possono applicare sulla pelle, ma anche assumere per via orale. Dal momento che si tratta di integratori del tutto naturali, questi non hanno alcuna controindicazione e su questo possiamo stare tranquilli.

Tra i prodotti migliori per combattere il calo del desiderio maschile abbiamo:

Ovviamente un integrare di testosterone non è consigliato a meno che non siano proprio i livelli di quest’ultimo ad essere molto bassi, quindi in quel caso è molto più corretto usare degli integratori naturali, come quelli appena citati.

Come affrontare l’andropausa e il calo del desiderio?

Uno dei diversi problemi che riguardano il calo del desiderio maschile è quello dell’andropausa. Questa è una condizione maschile che implica il declino progressivo della gonade maschile, in particolar modo di alcune cellule, ovvero quelle che sono responsabili della produzione degli ormoni androgeni.

Ci sono diverse patologie che si possono collegare all’andropausa, e tra queste troviamo, l’obesità, il diabete mellito, ipertensione, l’ipercolesterolemia, l’insufficienza renale, la depressione e ovviamente il calo del desiderio sessuale.

Per riconoscere in maniera certa quando si tratta di andropausa ci sono alcuni sintomi che possiamo evidenziare: ci sono i cambiamenti di umore, ma anche il calo del desiderio sessuale, la riduzione delle erezioni mattutine.

Come possiamo affrontare l’andropausa e di conseguenza il calo del desiderio sessuale? Innanzitutto c’è quello di continuare a mantenere un corretto stile di vita, di alimentazione sana, evitando la sedentarietà e in particolar modo anche il fumo.

Mantenere un corretto stile di vita può aiutare molte persone che soffrono di andropausa, anche quando si tratta di aumentare il testosterone dal punto di vista medico. Comunque è necessario eliminare le cattive abitudini.

Calo del desiderio maschile a 50 anni: ecco alcuni consigli

Come abbiamo avuto modo di vedere dopo i 50 anni c’è il rischio per l’uomo di avere un calo di libido3. Possiamo ovviamente cercare di affrontare tutto questo grazie agli integratori naturali, come abbiamo già specificato in merito, ma anche grazie a delle abitudini ben precisi che occorre avere.

Tra queste abitudini possiamo elencare quelle che corrispondono a un’alimentazione corretta e sana, priva di fumo e troppo alcool, con lunghe passeggiate all’aria aperta. Ma soprattutto trascorrere del tempo in compagnia della propria partner.

uomo sul letto disperato

Questo ultimo elemento potrebbe giocare in modo evidente per combattere il calo della libido, infatti trascorrere del tempo di qualità con il partner aiuta a ricostituire anche le abitudini della nostra coppia.

Tutte queste attività all’aperto, eseguite anche con la propria partner, potranno sicuramente riaccendere quella fiamma che è venuta meno da un certo periodo in poi. Questo andrà sicuramente a fare in modo che la scintilla della libido si riaccenda. Questo succede perché nel momento in cui si va a riaccendere la vita di coppia i trascorsi vengono superati velocemente.

Bibliografia

  1. Bozman, Alan W., and J. Gayle Beck. “Covariation of sexual desire and sexual arousal: The effects of anger and anxiety.” Archives of sexual behavior 20.1 (1991): 47-60.
  2. Lejeune, H., E. Huyghe, and S. Droupy. “Hypoactive sexual desire and testosterone deficiency in men.” Progres en urologie: journal de l’Association francaise d’urologie et de la Societe francaise d’urologie 23.9 (2013): 621-628.
  3. Kontula, Osmo, and Elina Haavio-Mannila. “The impact of aging on human sexual activity and sexual desire.” Journal of sex research 46.1 (2009): 46-56.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *