Semi di canapa in cucina
Rimedi Naturali

Semi di canapa come usarli in cucina

Come abbiamo visto nello scorso articolo sui benefici dei semi di canapa, essi sono un alimento con grandi proprietà nutrizionali: hanno molte proteine, fibre e acidi grassi, similmente a quelli di zucca o di lino. La loro presenza in cucina sta diventando sempre più nota, ma in che modo possono essere utilizzati?

Semi di canapa: prepararli tostati

 

Uno dei metodi più comuni per utilizzare i semi di canapa in cucina è sicuramente quello di tostarli. Per prima cosa è necessario scaldare una padella a fuoco medio (senza aggiungere olio) e versare i semi: questi saranno pronti nel momento che inizieranno a scoppiettare.
A questo punto è possibile utilizzare i semi di canapa sia come condimento per l’insalata, sia in aggiunta allo yogurt.

Semi di canapa: prepararli macinati

Un altro metodo per utilizzare i semi di canapa in cucina è quello di macinarli: per farlo, basterà inserirli in un macina-caffè (pulito in precedenza) e trasformarli in polvere.

 

A questo punto, i semi di canapa macinati potranno essere uniti all’impasto per i dolci, come muffins o torte, oppure assimilati con i cereali a colazione o nei frullati.

 

Il vantaggio è quello di ottenere un apporto di fibre e acidi grassi buoni non indifferente.
In generale, dalla macinazione dei semi di canapa è possibile ricavare la farina di canapa, perfetta per realizzare dolci o prodotti da forno come pane o pasta.

Semi di canapa: frullarli

 

Anche frullare i semi di canapa è un ottimo metodo per utilizzarli in cucina. Per fare questo basterà avere un robot da cucina o un frullatore e unirli ad altri condimenti in modo da ottenere un composto omogeneo, come la salsa. Ad esempio, potrebbero essere amalgamati insieme a prezzemolo, limone, uno spicchio d’aglio e un po’ d’olio. Ancora, è possibile realizzare una salsa per condire l’insalata o la pasta con semi di canapa, alcune foglie di basilico, parmigiano e olio.

Semi di canapa: preparare l’Hemp-fu

 

L’Hemp-fu è una tipologia di tofu realizzato per l’appunto con i semi di canapa. Si tratta di un prodotto vegetale e può essere unito all’insalata oppure nella preparazione di burger o polpette vegetali e vegane. L’Hemp-fu si ottiene semplicemente dall’unione tra acqua e semi di canapa.

Semi di canapa: Shichimi

 

I semi di canapa possono essere utilizzati in cucina anche per preparare lo Shichimi, ovvero una miscela giapponese con spezie. Questa viene realizzata unendo semi di canapa, di sesamo, di papavero e alghe nori. A piacere può essere aggiunta anche la scorza di mandarino, pepe e paprika (o peperoncino).
L’utilizzo principale di questa miscela di semi e spezie è come condimento per il riso, o ancora per le zuppe.

Semi di canapa: biscotti

 

Preparare dei biscotti con semi di canapa è molto semplice: solitamente si utilizzano farina 0, farina di semi di lino, sale, dell’olio di oliva, latte vegetale (che può essere di mandorla, di avena o di soia) e dello zucchero di canna. In mezz’ora otterrete un prodotto da forno salutare e adatto sia per la colazione che per una merenda alternativa.

Semi di canapa: olio di canapa

 

Dai semi di canapa è possibile ricavare anche l’olio, ottimo da utilizzare a crudo e che contiene una grande quantità di proprietà nutrizionali. L’olio di canapa viene aggiunto come condimento alle insalate, gode di numerose proprietà antinfiammatorie e protegge il sistema respiratorio e cardiovascolare.

Semi di canapa: quando mangiarli

 

I semi di canapa sono adatti sia come condimento per le insalate, sia per i biscotti, sia per preparare salse e condimenti. Insomma, possono essere mangiati in qualsiasi momento della giornata grazie alla loro grande versatilità.

 

A merenda, ad esempio, possono essere realizzate delle crepes di canapa, utilizzando farina 00, amido di mais, un pizzico di sale, farina di canapa (ottenuta dai semi di canapa macinati) e 200 millilitri di latte vegetale (avena o mandorla). Potrete scegliere se condire le crepes per avere uno spuntino dolce oppure salato, con marmellata o crema di nocciole, oppure con bresaola o prosciutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *